it.hideout-lastation.com
Paradiso Per Designer E Sviluppatori


10 domande più frequenti sull'intervista: come affrontarle

Questo articolo fa parte della serie " Ace Your Interview " - dove condividiamo consigli e trucchi che puoi utilizzare offline e online per aggirare il lavoro dei tuoi sogni. Clicca qui per vedere più articoli della stessa serie

Quanti di voi erano incappati in una domanda di intervista per la quale non vi siete preparati e la vostra mente ha disegnato un vuoto? Sentendo quel silenzio imbarazzante, hai sbottonato tutte le parole che avresti potuto trovare e ne hai fatto disperatamente delle frasi. L'intervista si è conclusa pochi istanti dopo, e mentre riflettevi su ciò che avevi detto, hai realizzato terribilmente che quelle parole non hanno molto senso logico!

Ok, se stai cercando un lavoro ora, allora sei fortunato. Questo è un post di orientamento delle dieci domande più comuni di intervista che ti potrebbero essere chieste per le tue prossime interviste. Se stai ancora inviando i tuoi CV alle aziende, ho anche inserito una voce precedente a cui puoi fare riferimento: 7 Great Ways to Get Your Resume Noticed.

Senza ulteriori indugi, ecco le prime 10 domande, iniziamo!

10. "Parlami di te?"

Questa è in genere la prima domanda che l'intervistatore chiederà dopo aver preso posto. Questa è l'opportunità per l'intervistatore di valutarti come persona attraverso ciò che dici e come lo consegni. Come sempre dicono, la prima impressione è estremamente importante, quindi devi assicurarti di esserti preparato adeguatamente per rispondere. Tenerlo breve e conciso, preferibilmente entro 2 - 3 minuti.

(Fonte immagine: Shutterstock)

Come dovresti rispondere allora? Come ho detto, avresti dovuto fare la tua ricerca su ciò che la società si aspetta dai candidati prima di andare al colloquio. La tua risposta, quindi, è di esaminare in che modo le tue qualità (ad es. Qualifiche, personalità ed esperienze lavorative) sono rilevanti per la posizione in questione. Pertanto, dovresti trasmettere solo le informazioni applicabili a ciò che è richiesto per il lavoro, ma non quelle irrilevanti che riguardano la tua famiglia o eventi personali, per esempio.

9. "Quali sono le tue debolezze?"

A prima vista, questo sembra complicato. Da una parte, non puoi rivelare che ti manca quello che serve per il lavoro; dall'altra, sarà una bugia evidente se affermi di non avere punti deboli. Cosa dovresti rivelare allora?

(Fonte immagine: Shutterstock)

Se hai approfondito il profilo dell'azienda e così via, capirai ormai quali qualità sono considerate punti di forza e quali no. Ora, ci sono diversi modi per rispondere a domande a doppio taglio come questo.

Con la tua conoscenza di ciò che costituisce una debolezza disapprovata dall'intervistatore, puoi ammettere a quelli che hai che sono impertinenti al requisito del lavoro. In secondo luogo, puoi mascherare i punti di forza come punti deboli. Ad esempio, puoi dire di essere una persona molto meticolosa che diventa pignola con i dettagli di un progetto (per far sì che funzioni, però, il lavoro deve essere uno specifico delle specifiche). Ultimo ma non meno importante, puoi confessare le debolezze del passato ma mostrare come hai trionfato su di loro.

8. "Qual è il tuo più grande successo?"

Sebbene l'intervistatore ti chieda del tuo più grande successo, devi comunque sceglierne uno che sia più rilevante dal punto di vista professionale. Questo è un buon momento per illustrare come puoi contribuire alla società se sei reclutato con successo, quindi sarà a tuo vantaggio se menzioni un risultato che si applica alla posizione.

(Fonte immagine: Shutterstock)

Supponiamo che tu stia candidando per una posizione che richiede una notevole quantità di problem solving e risoluzione dei problemi. Potresti voler parlare di un momento in cui hai risolto un problema persistente che aveva tormentato la tua azienda per anni. Puoi spiegare come hai avviato una ricerca e fatto un suggerimento utile che è stato infine implementato in tutti i reparti. Se possibile, quantificare i risultati in termini di risparmi realizzati e aumento della produttività, ad esempio.

7. "Perché hai lasciato il tuo ultimo lavoro?"

Ci sono vari motivi legittimi per lasciare un lavoro. Tuttavia, quando si tratta di intervistare, prova a rispondere positivamente piuttosto che lamentarti di ciò che ti ha reso infelice. Parla in relazione agli obiettivi della tua carriera e in che modo il lavoro che stai facendo offre un ambiente migliore per la crescita rispetto al tuo precedente lavoro. Come sempre, inclina la tua risposta in modo che ciò che hai appreso nel tuo precedente lavoro ti abbia arricchito di preziose competenze per la posizione corrente.

(Fonte immagine: Shutterstock)

Qui, l'intervistatore sta cercando di valutare quanto il lavoro si adatta alle tue aspettative. Probabilmente hai lasciato il tuo ultimo lavoro perché eri infelice per qualcosa. L'intervistatore vuole assicurarsi che ti impegni e non andartene perché le tue aspettative non si incontrano più.

6. "Perché vuoi lavorare con noi?"

Più probabile che no, l'intervistatore desidera vedere quanto sai della cultura aziendale e se puoi identificarti con i valori e la visione dell'organizzazione. Ogni organizzazione ha i suoi punti di forza, e questi sono quelli che dovresti evidenziare nella tua risposta. Ad esempio, se l'azienda pone l'accento sull'integrità con i clienti, allora dici che vorresti essere in una squadra del genere perché credi in integrità.

(Fonte immagine: Shutterstock)

Non deve essere una bugia. Nel caso in cui i tuoi valori non siano in linea con quelli dell'azienda, chiediti se ti piacerebbe lavorare lì. Se non hai problemi con questo, vai avanti. Ma se sei consapevole della cultura aziendale e ti rendi conto che c'è qualche dilemma che potresti affrontare, dovresti pensarci due volte. La migliore politica è di essere onesti con te stesso ed essere onesto con l'intervistatore di ciò che è nella cultura aziendale che ti motiva.

5. "Perché hai fatto domanda per questa posizione?"

Anche se è vero in larga misura, non dare loro l'atmosfera che hai richiesto per questo lavoro perché sei stato retrocesso dalla tua precedente azienda. O del resto, non dare l'impressione che tu sia qui perché hai bisogno di guadagnarti da vivere. Qualsiasi azienda vuole qualcuno che si è impegnato con l'organizzazione e alla fine ha sviluppato un senso di appartenenza con esso. Non aiuta a sostenere che sei qui per lo stipendio mensile.

(Fonte immagine: Shutterstock)

In effetti, il modo migliore per rispondere a questa domanda è di dedicare un po 'di tempo all'esame di ciò che ti piace o vorresti del tuo lavoro e dell'azienda. È probabile che troverai qualcosa, come la cultura, l'ambiente di lavoro, il significato del tuo lavoro, ecc. Se non hai trovato nulla, dovresti considerare seriamente se questo è il lavoro giusto per te.

Una volta compreso il motivo per cui desideri questo lavoro, puoi rispondere in un modo che ti indicherà quanto bene ti adatti alla posizione. Ad esempio, se ti piace il servizio di assistenza al cliente coinvolto perché ti piace comunicare con le persone, fai apparire quella personalità socievole. Convinci che ti starai molto bene qui, e a tua volta convincerai l'intervistatore che sarai una risorsa per l'azienda.

4. "Cosa ti piacerebbe fare tra cinque anni da adesso?"

Ancora una volta, questa domanda viene posta per scoprire se sei impegnato nel lavoro. Il fatto è che ci sono persone che saltano da un lavoro all'altro, e questo perché non hanno un piano concreto da seguire.

Un altro motivo per scattare questa domanda è vedere se sei qualcuno che stabilisce obiettivi nella vita. È indiscutibile che le persone che fissano obiettivi a lungo termine sono più affidabili di quelli che non lo fanno. Voglio dire, sapere cosa vuoi nella vita dice molto della tua personalità, forse come una persona che può guidare e rimanere motivata.

(Fonte immagine: Shutterstock)

La tua risposta dovrebbe assicurare all'intervistatore che i tuoi obiettivi di progressione della carriera sono in linea con il percorso di avanzamento effettivo dell'azienda. L'intervistatore non vorrebbe deluderti nei prossimi cinque anni e finirebbe con te che ti dimetti. In quanto tale, è fondamentale che facciate i compiti a casa sui prospetti dell'azienda in modo da sapere cosa aspettarsi da soli e se soddisferà i vostri obiettivi di carriera a lungo termine.

3. "Perché dovrei assumerti?"

Questa è la parte in cui colleghi le tue capacità, esperienza, educazione e la tua personalità al lavoro stesso. Questo è il motivo per cui è necessario essere completamente a conoscenza della descrizione del lavoro e della cultura aziendale. Ricorda però, è meglio sostenerli con esempi reali di dire, come sei un buon giocatore di squadra.

(Fonte immagine: Shutterstock)

È possibile che tu non possieda tutte le abilità, le esperienze o le qualifiche degli altri candidati. Che cosa, allora, ti distinguerà dal resto? Energia e passione potrebbero. Le persone sono attratte da qualcuno che è carismatico, che mostra un'enorme quantità di energia quando parla e che ama ciò che fa. Mentre spieghi la tua compatibilità con il lavoro e la compagnia, assicurati di ritrarre te stesso come una persona motivata, sicura di sé ed energica, sempre pronta a impegnarsi per la causa della compagnia.

2. "Quanto ti aspetti per il salario?"

La negoziazione dei salari è una questione delicata e delicata. Preferibilmente parlando, dovresti evitare di andare su questo argomento fino alla fase successiva del reclutamento quando ti viene offerto il lavoro. Detto questo, alcuni reclutatori potrebbero sperare di cedere a questa domanda e di essere il primo a dare il numero e impostare il punto di riferimento. La ripercussione? Si potrebbe finire per fare meno di quello che vale la posizione!

(Fonte immagine: Shutterstock)

Quindi, ricerca sulla fascia di salario nel tuo campo per avere una stima approssimativa di quanto dovresti guadagnare. Dare un ampio intervallo piuttosto che un importo specifico se si deve rispondere. Un'alternativa è quella di porre la domanda indietro all'intervistatore chiedendo quale tipo di stipendio garantisce la posizione. Altre volte, gli intervistatori potrebbero semplicemente metterti alla prova per vedere se il denaro è l'unica cosa che conta. Quindi, sottolinea che la tua priorità è la natura del lavoro e non lo stipendio in sé.

Ricorda che quando il lavoro viene finalmente offerto a te, l'intervistatore dovrebbe citare lo stipendio. Quello sarà il momento migliore per negoziare la tua strada perché diventerai il ricercato, e non viceversa.

1. "Hai qualche domanda da farmi?"

Questa è normalmente l'ultima domanda che ti è stata posta, quindi è la tua occasione per concludere elegantemente l'intervista. Abbastanza vero, i tuoi dubbi sulla posizione lavorativa potrebbero essere già stati dissipati da questo momento in cui l'intervista è quasi terminata. Tuttavia, devi dire qualcosa di diverso dal rispondere che non hai nulla da chiedere. Fare diversamente potrebbe lasciare l'impressione all'intervistatore che non sei esattamente desideroso di ottenere il lavoro.

A meno che un datore di lavoro sia interessato a reclutare un dipendente passivo, è probabile che l'intervistatore sia attratto da candidati proattivi che fanno domande intelligenti. Se devi chiedere, assicurati che non siano quelli con risposte ovvie che puoi ottenere se hai fatto la ricerca a fondo. Sì, non esiste una domanda stupida, tranne quelle che chiedi per chiedere. Cerca di incorporare le tue conoscenze del settore e dell'azienda in una domanda che risolverà una tua vera preoccupazione. In questo modo, puoi stupire il tuo intervistatore e valutare per l'ultima volta se il lavoro è in linea con le tue aspettative.

(Fonte immagine: Shutterstock)

Una delle migliori risposte a questa domanda è scoprire le tue possibilità di sbarcare questo lavoro. Ringrazia l'intervistatore per l'opportunità ed esprimi il tuo entusiasmo per la posizione prima di chiedere se c'è qualche riserva per assoldarti. Questa sarà la tua ultima possibilità di affrontare qualsiasi dubbio che l'intervistatore potrebbe avere nel tuo impiego. Stai calmo e rispondi in modo obiettivo piuttosto che prendere personalmente delle critiche.

Naturalmente, sei libero di porre domande nella tua mente. Dopo tutto, sei tu che stai cercando un lavoro giusto per te stesso. Raccogli tante informazioni sulla posizione e fatti un'idea di come funziona lì giorno dopo giorno. Se ti offrono il lavoro ed è ciò che stai cercando, fallo!

10 esempi in cui film / TV si sono macchiati di errori

10 esempi in cui film / TV si sono macchiati di errori

Oggigiorno, spettacoli televisivi o film insistono nell'essere trendy e cool inserendo nel mix alcuni punti della trama tecnologica. Tuttavia, il fatto di Hollywood è che la regola del freddo deve sempre sovrascrivere la realtà . Perché secondo il ragionamento di un dirigente di Hollywood, se non sembra bello sullo schermo, allora non venderà i biglietti. Qu

(Consigli tecnici e di design)

Differenze tra start-up e MNC [PIC]

Differenze tra start-up e MNC [PIC]

Tutti si chiedevano cosa significhi lavorare in una startup e in che modo l'esperienza sarebbe paragonata a quella di una normale multinazionale? A parte le regole e i regolamenti che le multinazionali mangiano, respirano e dormono, ci sono molte differenze che separano gli audaci dagli affermati

(Consigli tecnici e di design)