it.hideout-lastation.com
Paradiso Per Designer E Sviluppatori


8 cose che dovresti sapere su Android M

Android M, la prossima generazione di Android è stata annunciata (anche se nessuna parola su cosa sarà ancora M). Google ha recentemente presentato l'anteprima dello sviluppatore dell'ultima versione del suo sistema operativo mobile avanzato in Google I / O 2015. Questa nuova versione di Android cerca di migliorare i fondamentali con grandi cambiamenti e un sacco di bug fixing.

Dopo aver rinnovato l'aspetto grafico di Android Lollipop, questo obiettivo è migliorare l'esperienza utente di base di Android e restituire il controllo agli utenti. Nota che questa è solo l'anteprima degli sviluppatori e potrebbero esserci altri miglioramenti quando Android M è finalmente pronto per le masse. Nel frattempo, ecco alcune delle modifiche che puoi aspettarti per Android 6.0.

1. Informazioni sull'app e autorizzazioni

Android M fa sì che ogni app "si arrampichi" sullo storage, sulla durata della batteria e sui dati che sta recuperando, oltre alle autorizzazioni necessarie per funzionare. Tutto ciò è fornito in una pagina delle informazioni sulle app più snella, strutturata e più pulita, in cui è anche possibile apportare ulteriori modifiche alle notifiche che può essere visualizzata, ai collegamenti delle app (ulteriori informazioni in seguito) e alle preferenze di ottimizzazione .

Anche il modello di autorizzazione è stato modificato. Mentre in precedenza le autorizzazioni venivano richieste al momento del download dell'app, ora le app chiedono le autorizzazioni necessarie in fase di runtime.

A parte questo, hai anche più controllo sulle autorizzazioni di massa specifiche delle app, che è solo una frase di fantasia per dire che puoi controllare le autorizzazioni in base a un'app. Ad esempio, puoi toccare Posizione e vedere un flusso di app che hanno accesso alla tua posizione.

Da qui puoi scegliere di revocare l'autorizzazione da app che non ritieni debbano avere accesso alla tua posizione, mantenendo intatte le altre autorizzazioni.

2. Doze

Android M offre una nuova funzionalità per migliorare la durata della batteria del tuo dispositivo - Doze. Una funzionalità di gestione della batteria, Doze è il nome per lo stato di sospensione profonda di Android M - questo stato utilizza solo metà della potenza in stato di sospensione, il che significa che la batteria del dispositivo dura il doppio del tempo .

La funzione Doze di Android M viene attivata automaticamente una volta che il dispositivo viene lasciato incustodito per un po 'di tempo. Questa funzione utilizza il rilevamento del movimento. Se non viene utilizzato per un periodo di tempo significativo, o è fermo con lo schermo spento o scollegato, Doze entra in gioco.

La modalità di sospensione profonda di Doze consente al dispositivo di riprendere solo periodicamente le normali operazioni e per brevi periodi di tempo. La sincronizzazione delle app e le operazioni in sospeso verranno comunque eseguite e, se l'app riceve un messaggio di Google Cloud Messaging ad alta priorità, Doze consente un breve accesso alla rete.

3. Pay Android

Android Pay è la risposta di Google ad Apple Pay. Come Google Wallet, Android Pay è una funzione di pagamento NFC, che consente a chiunque disponga di un dispositivo Android abilitato NFC di pagare su qualsiasi terminale NFC disponibile presso i negozi partner. Ma a differenza di Google Wallet, Android Pay viene preinstallato nel dispositivo.

Android Pay, come sostiene Google, è migliore e più sicuro perché utilizza solo un numero di carta virtuale durante la transazione e non il numero di carta di debito / carta di credito. Inoltre, a partire da Android M, gli utenti possono persino autorizzare le loro transazioni Android Pay usando le loro impronte digitali, facilitando così l'intero processo.

Ci sono 700 negozi partner abilitati NFC negli Stati Uniti e migliaia di app supportate da Android Pay già disponibili.

4. Google Now su Tap

Google Now è l'assistente virtuale di Android che ti mostra aggiornamenti meteo, promemoria di viaggio, notizie e contenuti in base ai tuoi interessi e migliora la tua esperienza di ricerca complessiva. "Now on Tap" è un tentativo di migliorare tale esperienza inserendo un contesto in tempo reale per ricerche e contenuti.

Cosa significa? Significa non più allontanarsi da ciò che si sta facendo, armeggiando tra un'app o l'altra per cercare informazioni. Google Now on Tap ti consente di utilizzare il pulsante Home per ottenere le informazioni ricevute.

Se nel bel mezzo della sessione di Whatsapp o in un'email, i tuoi amici menzionano la possibilità di andare a vedere un film e desideri maggiori informazioni su quel film, premi a lungo il pulsante Home e Google ti fornirà informazioni utili, il tipo che vorresti avere probabilmente cerca comunque.

Now on Tap non ti consente di effettuare una ricerca Google più pertinente e significativa (più automatica) in qualsiasi momento, ovunque, riducendo al contempo la necessità di far funzionare due schermi e di rendere la ricerca uno stile di vita.

5. Impronta digitale

Le impronte digitali arrivano finalmente all'ecosistema Android e dato che Google è quello che porta questo alla piattaforma, ciò significa che qualsiasi telefono con Android M sarà in grado di adottare questa funzione di sicurezza. Android M avrà il supporto delle impronte digitali nativo: la scansione delle impronte digitali può essere applicata utilizzando un set di API standard e aperto che funziona in modo coerente su una vasta gamma di dispositivi e sensori.

Questo supporto nativo per le impronte digitali consentirà agli sviluppatori di creare app unificate con sicurezza delle impronte digitali per l'autorizzazione e i pagamenti. Consentirà inoltre agli utenti di sbloccare dispositivi e effettuare acquisti su Google Play. Inoltre, funzionerà anche con Android Pay per consentire agli utenti Android di utilizzare in modo semplice e sicuro il proprio dispositivo Android per effettuare il pagamento in negozi fisici o per autorizzare pagamenti con app partner Android Pay.

6. Ricarica a due vie

La ricarica a due vie è un termine coniato per il meraviglioso mondo della ricarica del dispositivo: il tuo telefono Android sarà in grado di caricare un altro telefono cellulare o tablet, come una batteria portatile. Tuttavia, c'è un problema.

Android M supporterà il caricatore USB di tipo C o USB-C, il che significa che questa ricarica a due vie non sarà possibile se l'altro telefono non dispone di un connettore USB-C. Questo connettore di tipo reversibile consente una ricarica più rapida, quasi da 3 a 5 volte più veloce, che è il tipo di innovazione che cerchiamo nei nostri smartphone.

Questo cambiamento potrebbe spingere i produttori di dispositivi a costruire più telefoni e tablet che adottano anche il connettore USB-C.

7. Link dell'app

Se sei sempre stato irritato dal tuo dispositivo che ti chiede costantemente con quale app vuoi aprire un determinato collegamento, Android M lo ritira dall'immagine. Il modo in cui i collegamenti vengono offerti in precedenza con il sistema Android Intent è che gli utenti ricevono un elenco di app con cui desiderano avviare un collegamento: un'app, un'altra app, il browser preferito, un secondo preferito ecc.

Con Android M, gli sviluppatori possono ora aggiungere un attributo auto-verificato che permetterà di aprire il link scelto in una particolare app. Gli sviluppatori sceglieranno per tuo conto. Ciò che ottieni è un'apertura più agevole e più rapida dei link, senza interruzioni .

8. Miglioramenti

Android M non riguarda solo grandi cambiamenti, ma include anche molti miglioramenti minori e "migliaia" di correzioni di bug per soddisfare le voci degli utenti Android. Ecco alcuni dei principali.

1. Il messaggio di blocco schermo consente a chiunque di mostrare un messaggio personalizzato sulla schermata di blocco. In precedenza, l'opzione richiedeva che il nome dell'utente venisse visualizzato nella schermata di blocco.

2. I controlli del volume ora sono dotati di un menu a discesa che consente di controllare la suoneria, i supporti e i volumi di allarme direttamente dalla barra di controllo al passaggio del mouse.

3. Non disturbare è il nome assegnato alla funzione silenziosa automatica che consente agli utenti di impostare regole o limitare le notifiche in base a giorni o orari specifici. Gli utenti possono anche accenderlo o spegnerlo manualmente utilizzando i pulsanti di scelta rapida o le impostazioni.

4. Le notifiche delle app offrono agli utenti un maggiore controllo su cosa e dove possono essere mostrate le notifiche, incluso ciò che si vede nelle notifiche di testa a testa.

5. System UI Tuner (Opzioni sviluppatore) consente agli utenti di gestire e organizzare i toogles veloci e persino di aggiungere nuovi interruttori.

6. Configurazione USB (Opzioni sviluppatore) consente agli utenti di impostare la configurazione predefinita per USB collegata al dispositivo. Le opzioni includono:

  • MTP (Media Transfer Protocol)
  • PTP (immagine TP)
  • RNDIS (Ethernet USB)
  • Sorgente Audio
  • MIDI
7. Lo storage esterno può essere adottato con Android M. Ciò significa che l'archiviazione aggiuntiva, ad esempio, dalle schede SD verrà crittografata e formattata per comportarsi come l'archiviazione interna, consentendo lo spostamento di app e dati privati ​​facilmente tra i dispositivi di archiviazione.

Puoi trovare ulteriori cambiamenti di comportamento in questa anteprima per sviluppatori Android M.

Cosa ne pensi? Quale caratteristica ti rende interessato ad Android M? Fateci sapere i vostri pensieri usando la sezione commenti qui sotto.

6 modi per accedere a Windows 10 Boot Options Menu

6 modi per accedere a Windows 10 Boot Options Menu

Windows 10 offre molte funzioni interessanti e le opzioni di avvio avanzate per la risoluzione di molti problemi di Windows 10 sono tra queste. È possibile ripristinare il PC, ripristinarlo in uno stato precedente, eseguire l'avvio su un sistema operativo diverso, utilizzare "Ripristino all'avvio" per risolvere i problemi di avvio e avviare Windows 10 in modalità provvisoria per la risoluzione dei problemi.E

(Consigli tecnici e di design)

Introduzione a Webpack [con progetto di esempio]

Introduzione a Webpack [con progetto di esempio]

Webpack è un bundle di moduli che facilita la creazione di complesse applicazioni JavaScript. Ha acquisito una forte trazione da quando la comunità di React lo ha scelto come principale strumento di costruzione. Webpack non è né un gestore di pacchetti né un task runner poiché utilizza un approccio diverso (più avanzato), ma il suo obiettivo è anche quello di impostare un processo di build dinamico .Webpack

(Consigli tecnici e di design)